Pene piccolo e autostima personale

Pene piccolo

Pene piccolo? Allora la tua autostima è a bassi livelli e intendo non solo spiegarti il perché in questo veloce articolo, ma soprattutto, come puoi realmente incrementare la misura del pene cambiando a breve le tue esperienze esistenziali e relazionali.

 Pene piccolo e problemi? Assicurati di poter leggere per intero questo articolo al fine di avere una possibilità reale di cambiamento permanente.

>>> Guida gratuita per il portatore di pene piccolo qui<<<<<<

Oggi esiste una soluzione al pene piccolo, e questa non ha nulla a che fare con quello che probabilmente hai da sempre pensato.

Pene piccolo dramma da prendere seriamente: chi ha scritto questo articolo cioè io, ha sofferto purtroppo per circa 30 anni della sindrome del pene piccolo, vorrei precisare che più che una sindrome il mio era un problema reale, quindi di tipo fisico.

Ero un reale caso di pene corto, ritenevo di possedere il pene più piccolo del mondo, al di la di quello che dicevano gli specialisti, o di quelle poche donne che raramente frequentavo.

Pene piccolo

Loro dicevano che avevo delle normali dimensioni del pene, dicevano che avevo un pene medio sui 9 cm. naturalmente per non ferire il mio orgoglio di maschio virile.

Sappiamo bene che un pene piccolo o addirittura il micro pene è un organo molto al di sotto delle misure standard e può rappresentare una delle cause peggiori della disistima di se. Ricordo che la misura del mio pene influiva sulla mia condizione psicologica in modo devastante.

 

Pene piccolo

Pene piccolo e psicologia

Il simbolo fallico in psicologia viene associato alla forza del simbolo paterno. Tale simbolo è il nostro metro di misura che usiamo per identificarci come maschi, ma al contempo anche l’elemento che di riflesso ci fa sentire inferiori e deboli.

Il piccolo sa di avere un pene come il padre, e sa quindi di essere maschio, ma sa anche che suo padre rappresenta il suo primo mito esistenziale. Il piccolo ammira il padre e cerca di emularlo in tutto, infatti può giocare con la sua macchinina nuova pensando di essere anche lui forte come il padre e grande a tal punto da poter fare cose sempre più impegnative.

Il piccolo però ben presto si scontrerà con la triste realtà di auto identificarsi inferiore rispetto al padre, un padre che può avere sesso dalla moglie mentre lui si deve accontentare dell’affetto.

Pene piccoloCrescendo il piccolo trasferisce verso altri personaggi la sua ammirazione, ma deve costantemente fare i conti con il desiderio sessuale che non può espletare nella funzione reale.

 Desiderio che resta compresso ma che ha a che fare con il suo senso di incapacità a esercitarlo.

Il ragionamento analogico che l’infante fa è: devo essere come mio padre, diventare come lui, quindi per sentirmi maschio efficiente devo possedere la femmina sessualmente, solo così mi potrò identificare in uomo. Se tale processo non avviene il piccolo comincerà ad avere dubbi sulla propria identità sessuale.

 

Più è forte questo conflitto inconscio vissuto con il padre più il simbolo fallico presente nella psiche come simbolo prende potere di coinvolgere tutta la personalità dell’individuo. In altri termini si comincia a rappresentare il fallo come strumento per raggiungere l’auto realizzazione di maschio. 

 

Durante la crescita questo individuo focalizza sempre più l’attenzione su 2 elementi cruciali che sono: il desiderio sessuale represso represso e la sua incapacità di soddisfarlo nella misura in cui desidera. Tale contrasto interiore porta l’individuo a pensare che un pene lungo e grosso possa rappresentare il soddisfacimento dei suoi impulsi e desideri repressi. 

Da questo punto in poi ha inizio la sua ossessione per la dimensione del pene. Sente il bisogno di misurarlo, compararlo con il pene dei suoi amici, nella stessa misura in cui sente il bisogno di potere. Non a caso chi è coinvolto a causa di un pene piccolo si fissa sulla passione del voler essere un campione.

pene piccolo

Il fissato sul pene piccolo desidera diventare l’eroe vincente, il grande imprenditore milionario, il campione di arti marziali, il comandante di un esercito etc etc. 

Chi ritiene di avere il pene piccolo vive per l’87% in una realtà immaginaria e si rifiuta di accettare la normalità delle cose o la realtà.

La sindrome del pene piccolo è pari al desiderio di averlo grosso, di essere superdotati e tale situazione psicologica mina la crescita psicologica normale della persona. Infatti chi è insicuro dell’efficienza del proprio pene sviluppa una timidezza naturale con le donne.

Timidezza e titubanza che vede come una minaccia a causa del “giudizio” che queste possono esprimere sulle sue dimensioni del pene.

Chi non subisce tale evoluzione conflittuale con i genitori invece, pur avendo un pene piccolo non si coinvolge, resta ancorato saldamente alla realtà e non vive di illusioni, sogni e miti del campione. 

Dal pene piccolo al pene grosso quali cambiamenti?

Le persone affette dalla sindrome del pene piccolo che riescono in un modo o nell’altro a soddisfare il proprio sogno di ottenere un pene lungo e grosso quanto desiderano subiscono un mutamento della personalità impressionante.

Al pari di chi si sottopone a un intervento di chirurgia estetica per cambiare il proprio volto, chi è riuscito a trasformare il proprio pene gode degli stessi cambiamenti in termini della immagine personale presente nella mente.

Il cambiamento coinvolge tutta la personalità, dalle emozioni al modo di pensare e vivere le esperienze in ogni sfera della vita. Chi non ha più un pene piccolo sente le proprie inibizioni sciogliersi come neve al sole, diventa più fiducioso e sicuro di se in modo naturale e accede a esperienze sessuali godendone appieno.

Se analizziamo le personalità di chi ha un pene oltre la media, ci accorgiamo di quanto sia più determinato, sicuro si se e quanto abbia dei modelli di espressione comunicativa differenti rispetto a chi ha un pene piccolo.

Buone notizie per i portatori di pene piccolo

La buona notizia è che se un tempo le tribù escogitavano sistemi dolorosi che tenevano in trazione il pene al fine di allungarlo, oggi è possibile ottenere un pene fino a 20 cm usando sistemi indolore e studiati nel minimo dettaglio per ottenere risultati sbalorditivi. 

Grazie ad internet oggi è possibile assistere a performance di gente comune che esibisce le propri dimensioni del pene e prestazioni sessuali senza che sia un porno attore e ormai si sono create delle vere e proprie comunità online di chi vive il rituale dell’allungamento del pene.

La vita purtroppo spesso è cinica e difficile ma se il tuo desiderio e solido e chiaro nulla potrà impedirti di realizzarlo anche se trattasi di trasformare un pene piccolo in un pene gigante. Per maggiori info vedi: Gli integratori magici che lo allungano di oltre 3 cm.

Francesco

Pene piccolo